Le proprietà miracolose dello zenzero

I cookie rendono possibile il corretto funzionamento del nostro portale. I cookie vengono utilizzati dai motori di ricerca per diversi scopi (analisi del traffico, erogazione di servizi, ecc.). Utilizzando il nostro portale dichiari il tacito consenso all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazione leggi la direttiva e-privacy UE.


ZenzeroLo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Zingiberaceae originaria del Sud della Cina, viene coltivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale.

Essa nasce da un rizoma carnoso e nodoso strisciante, marrone fuori e giallo dentro, che produce steli con foglie lanceolate e infiorescenze a forma di spiga tra il verde e il giallo, che emettono fiori rosa porpora.

Può essere coltivato anche in casa in un vaso largo, visto che il rizoma avanza orizzontalmente, piantando un pezzo del rizoma a pochi centimetri sotto la terra, annaffiando spesso e cercando di simulare un clima caldo umido tropicale, nebulizzando acqua e proteggendo la pianta dal freddo.

La pianta venne importata dai Romani ed usata con applicazione medicinale, ma si diffuse in Europa successivamente attraverso il Regno Unito dove prese il nome di Ginger.

Il rizoma, che si raccoglie dopo la fioritura, contiene i principi attivi della pianta: zingiberene, zingerone, gingeroli e shogaoli ed è la parte utilizzata in forma essiccata e polverizzata come spezia oppure fresca tagliata a fette. Esso è ricco di minerali: calcio, fosforo, potassio, magnesio, ferro, selenio, rame, zinco, manganese, sodio e vitamine del gruppo B ed E.

La spezia ormai si trova facilmente dovunque, non solo in erboristeria, ma anche al supermercato, sia fresca che essiccata in polvere. La differenza tra lo zenzero essiccato in polvere rispetto a quello fresco sta nel fatto che il primo è molto più facile da conservare ed è meno costoso; quello fresco tuttavia ha più sapore. I principi attivi nelle due versioni non cambiano, essi hanno le stesse qualità benefiche.

Spezia dai molti impieghi, lo zenzero, si dimostra anche essere un toccasana per la salute.

Vediamone le proprietà:

Lo zenzero è da sempre usato come digestivo e contro la nausea da gravidanza o mal d’auto o mal di mare. A questo scopo viene usato in infuso o semplicemente si può masticarne un pezzetto.

Influisce sull’apparato digerente agendo a protezione della mucosa gastrica, incentivando la produzione di succhi gastrici che facilitano la digestione, regolarizzando l’acidità dello stomaco con la sua azione antibatterica, che combatte l’helicobacter causa di bruciori di stomaco e reflussi gastroesofagei. Elimina gonfiori e flatulenza.

È un antiinfiammatorio e per questa sua azione è usato contro i dolori osteoarticolari, dolori mestruali, e mal di testa.

I suoi principi attivi favoriscono la flora batterica intestinale, quindi è usato contro disturbi come diarrea e stitichezza.

Per le sue proprietà antibiotiche combatte disturbi stagionali, come influenze, bronchiti, tossi e raffreddori, faringiti e laringiti.

È considerato amico del cuore perché riduce i livelli di colesterolo, stimola la circolazione ed ha effetto anticoagulante.http://farmaciafederale.com/

L’assunzione regolare di zenzero può tuttavia avere delle controindicazioni; pertanto è sempre meglio consultare un medico specialmente in caso di gravidanza ad esempio o se si fa già uso di farmaci antiaggreganti come la Cardioaspirina. Inoltre dosi inadeguate possono generare gastriti e ulcere invece che curarle.

Ma come si usa lo zenzero?

La tisana si prepara mettendo qualche fettina di zenzero fresco in infusione in acqua bollente per una decina di minuti.

In cucina da sempre se ne fa grande uso nelle preparazioni orientali, ma si usa dovunque per insaporire le pietanze, i dolci, come il famoso gingerbread inglese, o le bevande come la ginger ale o la gingerbeer.

Per il gusto leggermente piccante si usa in certa cioccolata ed è considerato anche spezia afrodisiaca.

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un lettore o un robot.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.